Amsterdam, turisti italiani e Oskar Schindler

Durante l’ultimo giorno ad Amsterdam, andiamo a zonzo per la città “salutando” i luoghi che più ci hanno affascinato.

Arrivando da Museumplein e dopo essere passati sotto alla lunga volta del Rijksmuseum, sentiamo una voce dietro di noi: è un turista italiano che racconta alla sua compagna la trama di Schindler’s List. Una trama decisamente originale, tanto da farci decidere di seguire e ascoltare la coppia per un tratto di strada.

Di seguito quanto ricordo della conversazione; purtroppo non ne resta molto, ma tanto basta per farmi pensare che quella dell’ascolto clandestino potrebbe diventare una nostra nuova usanza durante i prossimi viaggi all’estero.

– “Schindler andava ad Auschwitz a prendere gli ebrei perché erano quelli che costavano meno

– “Quando li stava salvando, ha chiesto quanti soldi gli rimanevano. Gli hanno detto tipo cento euro, e lui “Ancora! ancora!” ”

– “I rabbini ebrei, per ringraziarlo, raccolsero tutti i denti d’oro e ci fecero un anello”

E infine, la sua compagna, con fare tra l’interessato e il meravigliato: “Ma poi questo tizio è morto?”

 

Sì sì, penso proprio che ripeteremo l’esperienza.

Leave a Reply